Al di là del metodo #6

Ushiro eri dori kokyu nage

Vidéo #6 : quando tori è tirato indietro

Attenzione : la presa ushiro dori realizzata nell'ottica del metodo deve essere neutra. Originando così un esercizio che evita gli elementi che potrebbero aumentare la difficoltà di apprendimento per i principianti.

Nella realtà e in un movimento vero, la presa ushiro dori ha due funzioni: una è tirare indietro, l'altra è spingere in avanti.

Quando tori è tirato indietro, viene sbilanciato. Il riflesso naturale di questo sbilanciamento è che la gamba avanti arretri, per non perdere l'equilibirio. Tuttavia, questa azione non è soddisfacente se rapportata al principio di aiki. Questo arretrare lineare lo porta nella stessa posizione di hanmi del suo avversario e all'interno della sua guardia, pertanto in una posizione più instabile ed esposta rispetto a quella precendete.

La posizione di hanmi di tori, che era giusta e necessaria all'inizio del movimento, non lo è più nel momento dell'azione, ora il corpo ha bisogno di un appoggio quadrato, che offre la stabilità ottimale e il migliore spazio di movimento per le anche. Questo appoggio quadrato è possibile ottenerlo dalla posizione triangolare di partenza, attraverso la rotazione dei corpi: tori deve spostarsi sempre secondo il principio immutabile di rotazione irimi-tenkan dell'Aikido. In questo caso la rotazione è effettuata all'indietro.

Nelle prese ushiro dori, la rotazione all'indietro, effettuata ai livelli jodan o gedan, permette a tori di prendere il controllo di uke e nello stesso tempo di uscire dalla zona dove convergono gli attacchi degli altri avversari. In questo modo i criteri dell'azione dell'aiki sono entrambi soddisfatti.

Philippe Voarino, giugno 2015

Il prossimo seminario di Philippe Voarino: Venerdì, 2 Giugno, 2017, BTAF National Course, Fakenham, England

Cosa e’ l’Aikido Tradizionale?


L’[Aikido non è uno sport], è un’arte marziale le cui leggi (takemusu) sono in armonia con le leggi dell’universo. Lo studio di queste leggi permette all’uomo di comprendere il suo posto nel mondo. [L’Aikido è nato a Iwama], in questo paesino O Sensei ha realizzato la sintesi di jutsu, aiki ken e aiki jo.

Dove praticare l’Aikido Tradizionale?


La Federazione Internazionale di Aikido Takemusu (ITAF) fornisce al praticante la struttura necessaria per lavorare più vicino possible alla realtà definita da O Sensei Morihei Ueshiba. Le sedi ufficiali dell’Associazione operanti a livello nazionale mantengono e trasmettono fedelmente l’insegnamento lasciato dal Fondatore.

Le armi di l’Aikido, l’aiki ken e l’aiki jo


Nell’[Aikido moderno le armi sono trascurate], se non del tutto ignorate. Nell’Aikido di O Sensei invece aiki ken, aiki jo e tai jutsu si uniscono in modo da formare riai – una famiglia delle tecniche armonizzate basate su un unico principio. Ogni singola tecnica aiuta a comprendere le altre.

Aikido arte marziale o l’arte della pace?


La pace è l’equilibrio dell’essere umano con il mondo che lo circonda. [L’obiettivo della vera arte marziale] non è diventare più forte dell’avversario ma quello di trovare nell’avversario un mezzo per raggiungere armonia: allora non esiste più il nemico come tale ma esiste colui che dà la possibilità di raggiungere il ki unificato.

http://www.aikidotakemusu.org/it/articles/al-di-la-del-metodo-6
Copyright TAI (Takemusu Aikido Intercontinental)